Dal sito dei servizi segreti, volentieri riportiamo due bei video che illustrano, il primo, le conseguenze per la vita di tutti i giorni in caso di grave cyber attack e, il secondo, soprattutto il tipo di approccio tecnico e normativo che si è dato lo Stato per prevenire le minacce.

La minaccia cyber: una sfida invisibile

18 giugno 2014

La cyber strategy italiana, la ricerca e i contributi del mondo accademico sulla sicurezza dell’ambiente cibernetico, la protezione delle infrastrutture critiche, i principi strategici adottati a livello internazionale, ma anche le best practice in materia di cyber security per le piccole e medie imprese. In questi 12 mesi vi abbiamo raccontato il “cyber” in tutte le sue declinazioni di minaccia e, soprattutto, di difesa. E ora lo facciamo con le immagini, con una storia che trasferisce la teoria del mondo accademico, delle norme e della pubblicistica in una pratica – seppur simulata – del quotidiano. Il cyberspace, oggi, non è più una dimensione altra rispetto alla vita reale e alle attività quotidiane. Ne è parte integrante e, sempre più spesso, ne determina la sua natura. Per questo la sua protezione è diventata una priorità nazionale che il Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica è chiamata, insieme a tutti coloro che operano in questo ambito, a garantire. Le minacce al cyberspace hanno oggi forme diverse, diversi scopi e coinvolgono diversi attori. Professionisti della cyber intelligence, attivisti – o hacktivist, data la dimensione in cui operano -, vere e proprie bande criminali possono acquisire informazioni sensibili, attaccare infrastrutture di vitale importanza per il Paese o la privacy dei singoli cittadini. Per questo è necessario acquisire una consapevolezza su questi fenomeni, sulle dinamiche che li caratterizzano, sulle ricadute che possono avere sul singolo e sulla comunità, e sul ruolo che ognuno può giocare per limitare i rischi e, nel peggiore dei casi, le conseguenze. Quanto fatto in questi 12 mesi, in termini di diffusione e condivisione delle informazioni, trova ora il suo naturale prosieguo in questa nuova dimensione visiva. Un video che narra una storia che ci riguarda direttamente, che spiega il ruolo che in essa può giocare il Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica e che ci permette, anche, una breve digressione sul ruolo istituzionale di questo sito: comunicare chi siamo e cosa facciamo e, soprattutto, come possiamo crescere assieme in una consapevole cultura della sicurezza, anche quella “cyber”.

(link da: http://www.sicurezzanazionale.gov.it/sisr.nsf/archivio-notizie/la-minaccia-cyber-raccontata.html)

 

Chi difende il Paese dalla minaccia cyber

3 ottobre 2014

Vi abbiamo raccontato, attraverso le immagini, la minaccia cyber. Abbiamo cercato di rendervi consapevoli dei suoi possibili sviluppi, delle conseguenze sulla vita quotidiana, sulle attività lavorative, sull’economia dei singoli e dell’intero Paese. Lo abbiamo fatto perché quella minaccia invisibile può far sì che bande criminali si approprino di informazioni sensibili o di proprietà intellettuali, attacchino infrastrutture di vitale importanza, minaccino la privacy dei singoli cittadini. Ora, utilizzando ancora una volta il linguaggio visivo in maniera semplice e innovativa, vogliamo condividere con voi quanto il nostro Paese, il suo Governo e l’organismo principalmente deputato al compito di protezione in questo settore – il Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica –, stanno facendo per prevenire, proteggere e porre rimedio alle conseguenze di eventuali attacchi cibernetici. Attraverso una “cavalcata” visiva nel variegato impianto normativo che regola con precisione ogni azione di protezione del cyberspazio, raccontiamo come il benessere e la libertà dei cittadini, oggi, dipendano dalla sicurezza degli spazi virtuali in cui, ogni giorno, ci troviamo a operare. Dimensioni e ambienti che devono essere difesi, al pari del nostro territorio nazionale, con tutti gli strumenti a disposizione e all’interno di un quadro normativo chiaro e definito. Difendere il paese dalla minaccia cibernetica è la vera sfida dell’era digitale. Raccontare come ciò avvenga, condividere l’importanza della prevenzione, della protezione, dell’azione possibile a garanzia dell’interesse nazionale, farlo in maniera semplice e immediatamente comprensibile, sono tra i compiti del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica e, in particolare, della sua capacità comunicativa. Perché senza conoscenza, consapevolezza e informazione, non possono esserci libertà e sicurezza.

(link da: http://www.sicurezzanazionale.gov.it/sisr.nsf/archivio-notizie/chi-difende-il-paese-dalla-minaccia-cyber.html)